Al via il progetto Sos4Life

Il Comune di Forlì ha ospitato il “Kick-off Meeting” che ha dato ufficialmente avvio al progetto europeo “SOS4Life – Save Our Soil for Life” che è stato recentemente ammesso a finanziamento dalla Commissione Europea nell’ambito del bando Life Environment and resource efficiency.

kick-off-meeting

Si tratta di un progetto dimostrativo che intende contribuire all’attuazione su scala comunale degli indirizzi europei in materia di tutela del suolo e rigenerazione urbana con riferimento alle Linee guida europee sulle migliori pratiche per limitare, mitigare e compensare l’impermeabilizzazione dei suoli. Il progetto, guidato dal Comune di Forlì, vede la partecipazione in qualità di partner della Regione Emilia-Romagna, dei Comuni di Carpi (MO) e San Lazzaro di Savena (BO), oltre che del Cnr IBiMET (Istituti di Biometeorologia di Firenze e Bologna del Consiglio Nazionale delle Ricerche), dell’Unione Regionale Costruttori Edili Emilia-Romagna (Ance Emilia-Romagna), di Legambiente Emilia-Romagna e di Forlì Mobilità Integrata srl. Il progetto che prevede un budget complessivo di 1.788.749 euro di cui 1.060.551 euro di contributo Ue sarà attuato dal Comune di Forlì in collaborazione con i partner nel periodo che va da Luglio 2016 a fine ottobre 2019.

Tre gli obiettivi principali del progetto.

Primo: valutazione dei Servizi Ecosistemici forniti dai suoli urbani e quantificazione dei costi e degli impatti causati dal consumo e dall’impermeabilizzazione del suolo, sia nel contesto urbano che rurale.

Secondo: definizione di un quadro di norme urbanistiche e strumenti operativi per applicare, a livello comunale, l’obiettivo del consumo netto di suolo zero e promuovere la rigenerazione urbana; la realizzazione di interventi dimostrativi di de-sealing (deimpermeabilizzazione di aree oggi pavimentate ed impermeabili) come metodo per compensare l’urbanizzazione di nuove aree e migliorare la resilienza urbana al cambiamento.

Terzo obiettivo: sviluppo di un Sistema Informativo di supporto decisionale a scala comunale, replicabile a livello italiano ed europeo, per monitorare in continuo i cambi d’uso del suolo e i processi di rigenerazione urbana attraverso l’integrazione di dati cartografici e di pratiche urbanistiche ed edilizie.

Questo impegnativo progetto affronta tematiche in linea con la nuova legge urbanistica regionale attualmente allo studio e presenta forti sinergie con la fase di nuova pianificazione che è stata recentemente avviata e che porterà alla redazione di un nuovo Piano Strutturale Comunale particolarmente incentrato sulla riduzione del consumo di suolo e sulla rigenerazione urbana.